Connessione tra la personalità di un ballerino e il genere di ballo che sceglie di praticare.

Molti studiosi ed esperti di psicologia hanno trattato questo tema e fatto diverse ricerche ed esperimenti per dare una risposta. La danza e la psicologia apparentemente sembrano due mondi separati, ma in realtà si intersecano tra loro e lavorano insieme per un’ottima esibizione. Mente e corpo viaggiano sempre insieme ed è una la conseguenza dell’altro. E’ importante far fronte ai pensieri e agli stati d’animo durante una prova di ballo, un’esibizione o un esame. Perché è dalla mente che parte tutto, e se non è libera il corpo risponde male.

Dalle ricerche effettuate da esperti in materia, risulta che il ballo è influenzato da tratti di personalità del ballerino e una connessione tra i tratti della personalità e la risposta del ballerino a particolari generi musicali.

Nel 1900 il ballerino e coreografo Rudolf Von Laban elabora un’ipotesi secondo cui la danza è uno strumento che rivela molte caratteristiche individuali e che vi è un legame tra azione motoria ed emotività.

Secondo un esperimento tramite la tecnologia motion-capture, sono stati analizzati diversi ballerini che ballavano differenti generi musicali ed è emersa una classificazione in base a cinque tratti di personalità.

  • Il tratto di estroversione: inerente a individui che con movimenti di testa e braccia esprimono molta energia sotto le note di un genere rock
  • Il tratto di introversione: in riferimento a soggetti che tendono ad essere contenuti nell’esprimere quello che provano mentre ballano
  • Il tratto nevrosi: è emerso in soggetti che ballano con movimenti a scatti
  • Il tratto coscienziosità: evidente in soggetti che tendono ad invadere lo spazio della pista da ballo con movimenti ampi delle mani
  • Il tratto gradevolezza: legato a soggetti che quando ballano il genere latino effettuano spostamenti corporei destra/sinistra con movimenti lenti delle mani
  • Il tratto di apertura: relativo a soggetti che sotto le note di musica techno tendono a movimenti ritmici in verticale.

Altri tratti emersi da esperimenti e ricerche fanno riferimento invece all’atteggiamento con cui si relazionano, al look e alla cura di sé stessi e della forma fisica; ma anche in base al messaggio che ogni genere di danza esprime come per esempio la ribellione per l’hip-hop. Numerosi psicologi ritengono che un ballerino mentre balla scopre e rivela molto di sé. E’ come se i movimenti del corpo fossero un’impronta digitale degli aspetti che contraddistinguono sempre il ballerino in ogni sua performance e in qualsiasi genere musicale, come se fossero aspetti del suo carattere espressi tramite passi di danza e movimento del corpo.

E tu che tipo di ballerino sei? Ti riconosci in una di queste personalità?

Motì S.r.l.s. Unipersonale - Via Pietro da Cortona, 26 - 00196 Roma (RM) | Tel. +39 06 85382366 | P.Iva 15718411000 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Motì Group

Copyright ©2022

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net