Tra le danze popolari e tradizionali indiane c'è il Kathakali.

Danza pura, musica, pittura, arte drammatica e poetica. Possibile racchiudere tutte e cinque queste espressioni artistiche in un’unica forma d’arte? Ebbene sì, tutto questo è possibile nella danza Kathakali.

Originaria del Kerala, il Kathakali è una forma espressiva che letteralmente significa “story-play”: rappresentazione di storie. Durante la danza, l’esecutore, infatti, mima delle vere e proprie storie.

Pensate che il Kathakali è l’unica danza indiana a coinvolgere nei movimenti ogni centimetro del corpo: dalla punta delle dita all’espressione facciale!

I ballerini si esprimono attraverso “padam” (dialoghi cantati) e “mudra” specifiche espressioni facciali molto marcate.

Kathakali: elementi devozionali

Come tutte le danze classiche indiane, il Kathakali risente molto dell’influenza devozionale. Infatti, oltre ad avere origini molto antiche (si pensa che risalga circa al XVII secolo), il Kathakali mette in scena storie che hanno per protagonisti i personaggi della mitologia indù e inscena la continua lotta tra bene e male.

L’importanza del trucco e dei costumi nel Kathakali

Solitamente il trucco e i costumi indossati dagli esecutori durante gli spettacoli, sono un elemento secondario che fa solo da contorno alla danza. Non nel Kathakali! In questo caso, infatti, si può dire che entrambi gli elementi costituiscono una parte fondamentale della danza.

Il trucco è pesante e molto colorato, tanto da sembrare che gli esecutori abbiano una maschera. È una miscela di pasta di riso e calce e il procedimento per raggiungere un risultato soddisfacente è molto lungo: infatti in alcuni casi è possibile, prima dello spettacolo, assistere alle lunghe sessioni di make-up cui sono sottoposti gli esecutori prima di iniziare.

I costumi sono molto pesanti, alcuni arrivano a pesare addirittura 2,5 chilogrammi! Anche gli abiti sono grandi e molto colorati. Sia il trucco che il costume varia in base al personaggio che si interpreta che può essere riconoscibile anche dal colore.

Inoltre di solito, i personaggi di alto lignaggio (come il re demone Ravana) hanno un trucco basato sul colore verde, i personaggi negativi e malefici, invece, indossano prevalentemente costumi e trucco rossi.

Il Kathakali è annoverata tra le danze classiche indiane ma costituisce una categoria a sé. Ha in comune con le altre la componente devozionale ma è a tutti gli effetti un’espressione artistica completa nella quale le diverse forme di arte si uniscono insieme per dare vita a uno spettacolo suggestivo ed emozionante.

Insomma, un vero e proprio teatro in cui si raccontano e prendono vita storie mitologiche e affascinanti.

Motì S.r.l.s. Unipersonale - Via Pietro da Cortona, 26 - 00196 Roma (RM) | Tel. +39 06 85382366 | P.Iva 15718411000 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Motì Group

Copyright ©2022

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net