Manipuri, danza tradizionale indiana.

Il fil rouge che collega le danze classiche indiane è sicuramente lo spirito devozionale che le contraddistingue, da cui traggono ispirazione e rappresenta il motivo principale per il quale si sono evolute.

Oggi scopriamo insieme la danza tradizionale indiana del Manipuri.

Il Manipuri, a differenza di altre danze, come ad esempio l’Odissi, non trae ispirazione dal Natyasastra (l’antico manuale delle arti dello spettacolo) ma presenta uno stile unico e distinguibile perché sviluppatosi in una sorta di isolamento rispetto al continente.

Manipuri: origini e leggende

Come suggerisce il nome, il Manipuri, nasce in Manipur: piccolo stato situato nella parte nord-orientale, dal paesaggio prettamente montagnoso. Il Manipur è uno stato di confine, proprio per questo la popolazione è costituita da diverse etnie e si caratterizza per un mix di religioni, culture e arte.

È proprio un’antica leggenda Meithei (è questo il nome della tribù abitante del Manipur) a spiegare le origini del Manipuri. Secondo la credenza la Terra, al momento della creazione, presentava un terreno irregolare. Furono gli abitanti a ballarci sopra, battendoci con i piedi a renderla omogenea. Da qui nasce il Manipuri i cui movimenti ricordano proprio l’azione di battere a terra con i piedi.

Manipuri: stili e caratteristiche

Il Manipuri comprende tantissimi stili, ognuno con le proprie caratteristiche e particolarità. Il più importante risulta essere il Rāsa Līlā. I protagonisti di questa performance sono Rādhā (stile femminile) e Kṛṣṇa (stile maschile).

Assistere ad un’esibizione del Manipuri, equivale ad essere coinvolti in una vera e propria narrazione. Il Rāsa Līlā mette inscena le Gopi antiche pastorelle del villaggio di Kṛṣṇa) che di notte, ammaliate da una melodia irresistibile, abbandonavano le proprie abitazioni per danzare tutta la notte con il loro amato Kṛṣṇa.

Lo stile è declinato in base, appunto, a Rādhā e Kṛṣṇa. Il primo (femminile) è basato su movimenti fluidi e lenti, il corpo tende a simboleggiare un 8, per antonomasia il simbolo dell’infinito (anche nella cultura occidentale). Il secondo (maschile) è decisamente più energico, caratterizzato da uno stile acrobatico con salti e giravolte.

Il Manipuri, al pari di altre danze classiche indiane di cui vi abbiamo già parlato, presenta movimenti carichi di significato. Non semplici danze ma racconti e narrazioni nei quali lo spettatore riesce a immergersi e a empatizzare con chi le esegue.

Motì S.r.l.s. Unipersonale - Via Pietro da Cortona, 26 - 00196 Roma (RM) | Tel. +39 06 85382366 | P.Iva 15718411000 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Motì Group

Copyright ©2022

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net