Indonesia: cultura, arte e ballo per un concentrato di emozioni

Vi abbiamo raccontato in queste settimane della collaborazione che la scuola di ballo Motì ha instaurato con l’Ambasciata dell’Indonesia. Dalle danze mistiche sul vulcano Bromo ai balli che inscenano la lotta tra bene e male, l'Indonesia è ricca di tradizioni folcloristiche da scoprire. Ospita sul suo territorio un variegato universo di società e culture con usi e costumi affascinanti e bizzarri che costituiscono un concentrato di emozioni per chi vi entra in contatto. L’arte e il ballo sono al centro della vita quotidiana di questo popolo e ne determinano il ritmo.

La cultura indonesiana

L’importanza dei legami famigliari e dell’identità regionale è molto spiccata nella cultura indonesiana. Dopo la famiglia, la più importante unità sociale della popolazione è rappresentata dal villaggio, aspetto evidente soprattutto nelle aree rurali.

Per i numerosi indonesiani che vivono ancora nella loro zona d’origine, le consuetudini e le tradizioni restano parte integrante della vita quotidiana. Anche dove la modernità ha preso piede, la vita quotidiana è ancora influenzata da tradizioni antichissime: a Bali, ad esempio, gli autobus dai colori sgargianti ricevono ancora la benedizione hindu prima di viaggiare in autostrada!

L’arte indonesiana

L’arte indonesiana è impossibile da ignorare, basti pensare alle sculture in legno esposte nei negozi di Ubud e alle pile di sarong batik in vendita nei mercati di Yogyakarta. Senza dimenticare poi le esibizioni di danza balinese o gli spettacoli del teatro delle ombre, accompagnati dal ritmo ipnotico dei gong di un’orchestra gamelan balinese. Bali e Java sono le destinazioni più ricche dal punto di vista artistico, ma danze e musiche hanno grande risalto anche nelle altre regioni del Paese.

Danze e musiche

L’Indonesia possiede un ricco patrimonio di danze locali e musiche dai ritmi travolgenti. Java è il regno del teatro-danza wayang. Con le sue numerose accademie di danza, Yogyakarta è il posto ideale per assistere alle esibizioni del Ramayana. Wosonoso (Java Centrale) è invece noto per la danza lengger, nel corso della quale gli uomini si travestono da donne. Tipica di Java ovest è il japongan, danza moderna caratterizzata da uno stile dinamico, movimenti rapidi e grande complessità ritmica. Nella regione centrale del Kalimantan si balla il manasai, danza collettiva alla quale anche i viaggiatori stranieri sono invitati a partecipare! Questa regione è famosa anche per la danza mandau, eseguita con coltelli e scudi. Bali, infine, offre spettacoli di danza particolarmente suggestivi, tra cui il barong, il kecak, il topeng e il legong.
La forma più nota di musica indonesiana è il gamelan. Le tradizionali orchestre gamelan si trovano soprattutto a Java e a Bali e sono composte principalmente da strumenti a percussione, come tamburi, gong, xilofoni e angklung, tubi di bambù che vengono agitati per produrre un suono. Altre forme di musica tradizionale sono il kacapi suling, un genere molto rilassante suonato con il kacapi (strumento simile all’arpa) e il suling (flauto di legno) che prevede anche il canto. Il dangdut è un mix di musica tradizionale e moderna che ha avuto origine in Indonesia, ma che contempla strumenti come le tabla indiane e il flauto. Ne risultano canzoni dai ritmi sensuali ed accattivanti, interpretate da cantanti appassionati dalle voci suggestive.

Danza Barong, l'eterna lotta tra bene e male

La danza Barong è la danza più famosa di Bali ed è profondamente legata alla dimensione spirituale della vita balinese. Questa danza, rappresentata durante le cerimonie rituali, mette in scena la battaglia tra bene e male. Barong, nella mitologia balinese, è un personaggio che ha le sembianze di un leone, considerato re degli spiriti virtuosi. Il Rangda è invece la regina dei demoni, che guida un esercito di streghe. La danza Barong è dunque una rappresentazione della vita degli uomini, con la lotta eterna tra gli spiriti buoni e quelli cattivi. La maschera del Barong, che per certi versi ricorda la danza del leone cinese, è sostenuta da due uomini.

La scuola di ballo Motì si trova a Roma nel quartiere Flaminio in Via Pietro da Cortona, 26. Per maggiori informazioni contattaci allo 0685382366 o inviaci una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Motì S.r.l.s. Unipersonale - Via Pietro da Cortona, 26 - 00196 Roma (RM) | Tel. +39 06 85382366 | P.Iva 15718411000 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Motì Group

Copyright ©2022

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net